Il Calendario dello Svezzamento

Archivio - Giu 2011

Data
  • Tutti
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30

Giugno 27th

Due anni e non sentirli (Bianco budino&rosso lampone)

C'è il compleanno di Alice, quello di Mr B., il mio, e quello del blog. Almeno per me. E' strano perché se il primo anno c'è stato lo stupore di ritrovarsi con un angolo tutto nostro, e a guardarlo e a scriverne mi pareva ancora inaspettato, dopo due anni è diventato un compagno, una di quelle abitudini delle quali è difficile fare a meno. Un diario, ma più di un diario, visto che ci sono io, c'è Alice, c'è Il Cucchiaino ma ci siete anche voi. Ed è diventato uno spazio dove qualche sogno si è pure avverato, uno spazio che sento mio, nostro, perché ci somiglia, un po' come questa montagnetta di bianco candido al rosso lampone. L'idea? Di Alice, mia la variazione.

Giugno 20th

Hummus di piselli

La passione per l'hummus c'è ormai da più di un anno, quando durante l'inverno a Londra, una sera abbiamo portato Alice al ristorante libanese. Al di là del fatto che poi per qualche tempo quando accennavamo alla parola ristorante e cena fuori per lei c'era l'equazione immediata con "libanese" (e questo vi spiega chiaramente quanto le era piaciuto!), l'occasione le fece scoprire il classico hummus di ceci. Naturale, io l'avevo già proposto a casa, ma lì chissà perché la conquistò. L'altro giorno con una manciata considerevole di piselli freschi già belli che sgranati avanzati da questa zuppa fredda, mi è venuta l'idea di sperimentare l'hummus in verde. Tra l'altro cremina perfetta da spalmare sul tocchetto di pane, per i pupi più piccoli. A farle da cappello ci ho messo un pomodorino giallo, raccolto nell'orto del nonno. 

Giugno 14th

Rosso ciliegia. Le clafoutis aux cerises che sa di frangipane

C'era una volta una bambina che amava guardare dalla finestra, soprattutto in primavera quando il grosso ciliegio si riempiva di fiori bianchi che si trasformavano in un attimo in frutti rossi. Nella cesta, durante la raccolta, cercava i frutti gemelli, quelli capaci di rimanere attaccati allo stesso picciolo. E una volta trovati, venivano appoggiati alle orecchie solo per farli traballare. Per anni

aveva dimenticato la danza dei frutti rossi fino a quando arrivò un'altra bambina, appassionata di rossi e noccioli. E il gioco ricominciò.

Mi trovi anche qui…

Archivio

November 2014
LunMarMerGioVenSabDom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930