Il Calendario dello Svezzamento

Archivio - Mar 2011

Data
  • Tutti
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

March 29th

Mercati, vini e gourmet. Sudafrica III.

Pensa a un mercato un po' radical/etno chic, cornice vecchio vittoriana di un biscottificio in disuso, un po' yuppie ma anche tanto bio e posizionalo all'estremo sud del continente africano. Bene avrai la sensazione strana di essere dalle parti di Londra (vi ricordate il Borough Market?) piuttosto che nella terra dei leoni e della terra rossa.  Aggiungici la possibilità, in poco più di mezz'ora di auto, di fermarti per un bicchiere di Merlot in una cantina dall'architettura franco-ugonotta e ti parrà di non aver mai lasciato l'Europa. 

Devo dire che è stata in assoluto la prima volta che mi è capitato qualcosa del genere all'interno dei confini africani. Bello o brutto? Non saprei, certo della serie "questo non me l'aspettavo".

March 25th

Vellutata inverno-primavera

E 'stata una strana settimana. Di quelle dove ti senti sospesa, a mezz'aria, e ti pare di concludere poco, poco. Il lavoro è sembrato quasi rallentato e se non fosse per il sabato lavorativo (sigh) ho la netta sensazione di aver avuto un sacco, sacchissimo di tempo per come dico io, "pirlonare". Ci sono stati i panini, i giri al parco con la pupa dopo l'asilo (ma quanta gente c'è???) e persino, oggi, la decisione "vado a prendere informazioni perché devo, ma proprio devo, fare un qualche tipo di sport".

Io credo sia tutta colpa della primavera e del sole di questa settimana, è facile sentirsi un pochino ubriachi:-). Ieri ho trovato pure un'oretta per farmi un giro per il mercato e curiosare tra le verdure di stagione.

Alcune sono finite in questa zuppetta ben passata per la sera.

March 22nd

E' primavera. Svegliatevi ... panini!

E' facile innamorarsi della primavera. C'è una sorta di ebbrezza come se veramente tutto fosse pronto a vivere, rinascere, come se tutta questa vita potesse sconfiggere con un soffio la morte accanto. E' lo stesso che provi guardando un bambino che ti corre intorno, tanto più se è il tuo: non ti senti più come quel pesce nella boccia, confinato, limitato, ma con un piede nel futuro, anche quello che non conoscerai.

Credo sia per questo che per me la primavera è una festa, uno di quei giorni dell'anno che mi appunto nella mente. E anche io, stamattina, avrei gridato come quella bimba che ho sentito fino in casa: "E' primavera, oggi!". Per festeggiare ho preso i vasi e ci ho fatto il pane.

Mi trovi anche qui…

Archivio

November 2014
LunMarMerGioVenSabDom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930